Home





Disclaimer

Automazione serranda con porte logiche

Realizzato con integrati logici questo circuito permette di controllare un motore, ad esempio di una serranda avvolgibile. Ho previsto due pulsanti, due finecorsa ed un contatto per l’ arresto di sicurezza.
Dato che con i relè ho maggiore esperienza ho preferito partire da uno schema elettromeccanico, che ho poi trasformato in una rete di porte logiche.

Il circuito a relè

Funzionerebbe un po’ come il sistema alzacristallo di alcune automobili. Premendo anche solo per un attimo un pulsante direzionale il motore si avvia nel verso corrispondente. Oltre che dai finecorsa, può essere fermato premendo di nuovo uno qualsiasi dei due pulsanti. Questi ultimi svolgono la doppia funzione di marcia e arresto grazie ai relè K1 e K2. Durante il primo ciclo si eccita K1 alla pressione, quindi K2 al rilascio. Al ciclo successivo si diseccita il relè K1 e successivamente il relè K2. Come si vede dallo schema
l’ eccitazione dei contattori (R1, R2) dipende anche dal relè K1.
Se la sicurezza antischiacciamento interviene mentre si tiene premuto il pulsante, il ripristino del dispositivo non basta a far ripartire il motore: occorre liberare, quindi ripremere il pulsante.
Il relè RES serve a resettare K1 e K2 all’ intervento del finecorsa.

Le porte logiche

Dato che i relè e gli integrati digitali funzionano in modo simile ho associato i terminali delle porte logiche con i contatti dei relè.
I collegamenti in serie li ho tradotti con l’ operatore AND, mentre quelli in parallelo con l’ operatore OR. Per i contatti normalmente chiusi ho usato l’ operatore NOT.
Il circuito che ne è venuto fuori funziona esattamente come quello sopra descritto, che avevo testato con il PLC virtuale (vedi qui).


Schema pdf